ORARI SEGRETERIA
Tavolucci                    

Lunedi       7.15 – 19,30
Martedì      7.15 – 19.30
Mercoledì  7.15 – 19,30
Giovedì      7.15 – 19.30
Venerdì      7.15 – 19.30

Telefono 0549 885637         mail: scuolanuoto@fsn.sm

ORARI SEGRETERIA
Multieventi                 

Telefono 0549 885633         mail: scuolanuoto@fsn.sm

cosa, come e perchè…

Rendere semplice un’attività motoria complessa è il compito che la Scuola Nuoto FSN si prefigge di svolgere. I tecnici FSN che in ogni stagione effettuano aggiornamenti e momenti di approfondimento tecnico hanno un bagaglio che garantisce l’attualità della loro didattica unita alla capacità di gestione ed interazione con i bambini.

Il percorso verso l’obiettivo conclusivo della scuola nuoto non sarà rigido e determinato dai punti e brevetti. Sarà cura del corpo docente interpretare e modulare le proposte motorie privilegiando l’unicità di ogni individuo e la sua naturale capacità di migliorare all’interno di un gruppo di pari.

La condivisione con altri bambini delle difficoltà, delle piccole “sfide” con sé stessi e la possibilità di “giocare” in modo strutturato e finalizzato unita ai nomali progressi produrrà una sicura crescita tecnica e parimenti una capacità di socializzazione e di fiducia in sé stessi e nei propri mezzi… in acqua e fuori.

Il Coordinatore di vasca e la segreteria sono sempre a disposizione per chiarire, assistere e dedicarsi a risolvere ogni eventuale criticità rilevata.

ULTIME COMUNICAZIONI

nuova app FSN.sm

Scuola Nuoto
TIENITI INFORMATO SULLE NOSTRE ATTIVITA’ VISITA IL NOSTRO SITO www.fsn.sm e Scarica la nuova  APP   FSN.sm  0549 885637    scuolanuoto@fsn.sm  

Non è mica vero che…

  • Si impara a nuotare solo in acqua alta (un passo alla volta, non conosciamo l’acqua)
  • Il cloro fa male agli occhi (caso mai li arrossa un poco)
  • Bere accidentalmente un po’ d’acqua della piscina è dannoso (lo è MOLTO meno che andare in bicicletta e sbucciarsi un ginocchio)
  • Il nuoto non permette di socializzare ed è monotono (guardate il sorriso dei vostri figli)
  • Ansia e autostima non siano aspetti cruciali che un insegnante debba considerare
  • Si impara a nuotare ugualmente con un mono-settimanale (la distanza tra gli stimoli didattici si dilata a tal punto che quanto indicato e svolto nella lezione precedente viene perso dalla memoria motoria, facendo procedere “a gambero” l’apprendimento ed allungando inesorabilmente il percorso)